La Val Tassaro nell’Appennino Reggiano

Una valle cosi incontaminata e ricca di storia. Bella come una orchidea appena fiorita in un piccolo campo riscaldato dal sole della primavera

La Val Tassaro si trova nel territorio di Vetto nella provincia di Reggio Emilia. La valle è ideale per fare passeggiate, escursioni a cavallo e in mountain-bike. È vietato l’accesso ai mezzi fuoristrada, alle moto e ai quad.

La cascata del Riolco  si trova a un terzo di distanza fra il Mulino della Piagna e Pineto. Il Riolco si unisce con il Rio Tassaro vicino il Mulino della Piagna. La cascata del Riolco si trova a un terzo di distanza fra il Mulino della Piagna e Pineto. Il Riolco si unisce con il Rio Tassaro vicino il Mulino della Piagna.

Scaricare mappa

La mappa della Val Tassaro si può scaricare nel smartphone per portare con se durante la passeggiata.

La cascata del Tassaro vicino a Crovara

Cascata Rio Tassaro  - Giugno 2014

Introduzione alla Val Tassaro

Il territorio della Valle del rio Tassaro è stato ufficialmente riconosciuto come “Sito di Interesse Comunitario” a seguito della presenza in zona di una serie di “habitat prioritari” che sono considerati dall’Unione Europea di elevato interesse e meritevoli, quindi, di specifiche misure di salvaguardia. Con il termine “habitat prioritari” si intende un determinato tipo di ambiente nel quale permangano le condizioni che consentono la sopravvivenza di determinate specie animali o vegetali considerate rare o minacciate.

Il rio Tassaro

Il bacino idrografico rio Tassaro è interamente compreso nel territorio del comune di Vetto: il corso d’acqua trae origine da alcune sorgenti perenni che si aprono nei fianchi della valle, alimentate da copiose falde di acqua ricca di calcio. Per questo motivo le scaturigini danno frequentemente origine a spessi depositi di materiale calcareo, come nel caso delle sorgenti del rio Volvata, presso Spigone. La folta coltre boschiva che ammanta tutta la valle favorisce l’assorbimento delle acque meteoriche nel sottosuolo, contribuendo alla ricchezza d’acqua che caratterizza tutta l’area. L’assenza, inoltre, di scarichi inquinanti derivati da allevamenti zootecnici o da centri abitati, contribuisce fortemente a conservare una elevata qualità delle acque, che ospitano tutt’ora numerose specie animali assai esigenti sotto il profilo ecologico. Per ampio tratto, il greto scorre incassato tra ripide pareti rocciose, creando spettacolari effetti visivi, tra i più belli dell’appennino settentrionale.

Il Patrimonio storico-artistico

La Valle del Tassaro, oltre al suo pregevole ambiente naturale, è caratterizzata dalla concomitante presenza di un ricco patrimonio storico-artistico che contempla rilevanti testimonianze architettoniche risalenti al medioevo: la zona costituì infatti per secoli l’antico feudo della famiglia Da Palude, il cui capostipite, Arduino Da Palude, era probabilmente, direttamente imparentato con la Gran Contessa “Matilde di Canossa”.