La cascata del Tassaro non si raggiunge più!

franaATTENZIONE:


La cascata del Tassaro
non si raggiunge più!

 

La cascata della Val Tassaro é stata rovinata da una frana nella tarda primavera. L’ultimo tratto del percorso è rovinato e sembra anche le cascata stessa. Resta una bella passeggiata da fare ma non ci sarà più lo spettaccolo suggestivo del gioco d’acqua che c’era in passato.

Percorsi alternativi nella Val Tassaro

Sito Paleolitico Monte Lulseto

Apri mappa su: Openstreetmap.org

lulseto

 

Inaugurazione ‘Book Crossing Zone’ nella Val Tassaro 30 GIUGNO 2019 alle ore 17

book-crossing-val-tassaro

Puoi prendere un libro, portarlo a casa, leggerlo e liberarlo nuovamente da qualche altra parte. Libri in libertà per chiunque gratis.

Francesca e Manlio, due persone deliziose che hanno la casa di vacanza a Casa Cimolla a Casone di Vetto, fanno book crossing nei mesi di  luglio e agosto. La veranda della loro piccola casetta in legno è stata trasformata in una zona di ‘Book Crossing’.

Ma che cos’è questo ‘Book Crossing’? Wikipedia spiega!

Wikipedia: Il BookCrossing (dai termini in lingua inglese book, libro e crossing, attraversamento, passaggio, anche noto come BC, passalibro, giralibri, liberalibri, Libri liberi, Libri in libertà) è un’iniziativa di distribuzione gratuita di libri che ruota intorno all’esistenza di un elenco di volumi identificati da un codice unico, attraverso cui è possibile seguire la traversata del libro, e il suo incrociarsi con i lettori. Leggi di più…

Se fatte una passeggiata in zona passate un attimo a questa fantastica “Book crossing zone” in Val Tassaro.

Inaugurazione su: Redacon


IL 30 GIUGNO 2019 ALLE ORE 17

INAUGURAZIONE DEL BOOK CROSSING NEL BOSCO
DI CASA CIMOLLA, CASONE DI VETTO, VIA FOSSA 2.

L’ULTIMO TRATTO E’ A PIEDI, SCARPE COMODE : SEGUIRE LA SEGNALETICA. SARETE ACCOLTI, OLTRE CHE DAI LIBRI, ANCHE DA UN RINFRESCO RISTORATORE.

BENVENUTI TUTTI COLORO CHE VORRANNO PARTECIPARE!


book-crossing-val-tassaro

16 Giugno 2019 – Un pomeriggio in dialetto

Solcature

16 Giugno 2019 ore 14,30

presso la
CORTE CONTI-QUINTAVALLA A PIAGNOLO

Un pomeriggio …in dialetto
Cultura popolare e dialetto montanaro.
Canzoni, Proverbi, Al bên, Filastrocche, Poesie

piagnolo

La presente per informarVi che Domenica 16 Giugno, a Piagnolo ci sarà:

1)    Una camminata con partenza dal piazzale della Chiesa entro le 9,15, quindi presentarsi prima per l’iscrizione (10 € gli adulti, 5 i ragazzi sotto i 12 anni) in modo da potere partire in orario. Poi visita a Caiolla, al Mulino di Chicchino, alle cascate del Tassaro, a Crovara (con sosta e ragguaglio di storia), a Legoreccio, al masso di Lulseto, quindi ritorno a Piagnolo a piedi o con mezzi a disposizione. Seguirà uno spuntino-pranzo, poi

2)    Un pomeriggio dedicato al dialetto (Poesie, proverbi, filastrocche, battute, canzoni popolari).

Locandina.pdf

 

Cai, convegno sulle preziosità storiche e paesaggistiche della Valle del Tassobbio

lulseto pulizia

Le numerose campagne di ricerca condotte negli ultimi anni nella valle del
Tassobbio aprono nuovi scenari nel panorama archeologico e naturalistico di
questa importante vallata, che saranno illustrati in occasione di un convegno che
si terrà sabato 30 marzo 2019, alle ore 9.00, presso l’ex Seminario di Marola
(Re).

locandina-marola-webL’iniziativa è organizzata dal Comitato Scientifico della Sezione di Reggio Emilia del Club Alpino Italiano, in collaborazione con il Coordinamento Val Tassobbio, e con il patrocinio della Riserva Mab Unesco, dell’Ente Parchi Emilia Centrale, dei Comuni di Carpineti e Vetto.

Continua a leggere

La pietra del Lulseto: Una roccia santuariale preistorica nell’appennino?

Image151116090826-000

Il Luogo della scoperta Nel cuore della Val Tassaro , una delle piu’ belle localita’ della montagna reggiana, situata nel comune di Vetto, e’ stata recentemente scoperta una grande superficie rocciosa la cui superficie e’ solcata da una complessa serie di di segni ed incisioni.

Continua a leggere

Scoperta di solcature enigmatiche

Solcature

Durante una recente escursione e’ stata fatta un’interessante scoperta: su una parete di arenaria lunga una decina di metri e alta quattro, inclinata di circa 45°, ed orientata in base all’asse elio termico, vi sono sette canalette, scolpite per tutta lunghezza nella roccia, per una profondità di 10 cm x 10, quasi equidistanti e intervallate da piccole conche artificiali che, probabilmente, servivano da gradini.

Continua a leggere